AMBULATORIO VETERINARIO PACINI – DALLA TORRE

L’ambulatorio veterinario Pacini – Dalla torre nasce nel 1998 dall’amicizia dei dott. Franco Pacini e della Dott.ssa Riccarda Dalla Torre, entrambi laureati a Pisa e appassionati di clinica dei Piccoli animali.

 

La struttura viene rilevata dalla Dott.ssa Candida Montagnana, che aveva fondato in questo luogo uno dei primi ambulatori di Firenze, negli anni 70.

 

L’attività si caratterizza per la particolare attenzione alla medicina preventiva; i pazienti ricevuti, in massima parte cani, gatti e conigli, ma anche piccoli animali non convenzionali come uccelli e tartarughe, vengono assistiti in tutte le fasi della loro vita cercando di prevenire gli eventi patologici. Un’alimentazione corretta, sia casalinga che commerciale, viene consigliata in tutti i casi, cosi come i piani base di vaccinazione (con attenzione alle più recenti linee guida che consigliano di vaccinare ad intervalli maggiori che in passato), fino a tre anni.

 

Particolare cura è rivolta al controllo delle patologie endemiche, come la leishmaniosi nei cani e la leucemia felina nei gatti, invitando i proprietari a indagare la presenza degli agenti patogeni e a mettere in atto tutti i mezzi possibili per la prevenzione ed il controllo. All’interno della struttura sono presenti diversi macchinari per la diagnostica per immagini ed ematologica, ed una sala operatoria per interventi di chirurgia generale e specialistica. Caratteristica che da anni li distingue è la ovariectomia con accesso dal fianco, eseguita con tecnica manuale e non laparoscopica, consente un accesso all’addome mini invasivo ed il recupero molto veloce del paziente. Viene impiegata di routine su cagne e gatte ormai da anni, ed è stata applicata con successo anche a coniglie, cavie e ratte.

 

Campi di particolare interesse sono l’Oncologia, la geriatria, e alcune discipline non convenzionali come la omeopatia e l’agopuntura.

 

Ciascuno di questi settori viene trattato con particolare cura al benessere complessivo del paziente. Le eventuali tecniche diagnostiche e terapeutiche vengono valutate mantenendo al primo posto la qualità della vita e la dignità del malato, informando puntualmente il proprietario della natura e della motivazione delle scelte consigliate e delle decisioni adottate.

Aggiungi un commento