NIKE OSSIGENOTERAPIA IPERBARICA

NIKE OSSIGENOTERAPIA IPERBARICA l’ ambulatorio medico Angiologico e vulnologico  in regime privato assolve prestazioni sanitarie volte alla prevenzione e terapia di patologie vascolari.

 

L’ambulatorio medico “NIKE s.r.l.” di Lecce, opera nel campo dell’Ossigenoterapia Iperbarica (con autorizzazione sanitaria del 2-02-1987), per l’impegno del prof. Gismondi, uno dei precursori dell’OTI in Italia, e del suo collaboratore dr. Micalella, grazie anche alla disponibilità del prof. A. Benegiamo († 2013) che ha creduto nell’ossigenoterapia iperbarica ed ha fornito loro la sede

 

L’ambulatorio è convenzionato con il S.S.N., ed ha un rapporto di convenzione per studi e ricerca con l’Università di Lecce.

 

L’OTI trova indicazione secondo il protocollo del Consensus Conference di Londra sul Piede Diabetico tenutosi nel dicembre 1998 nei pazienti con TcpO2 basale perilesionale periferica in aria ambiente con valore soglia tra 20- 30 mmHg, (a 2,5 ATA con O2 al 100%).  La pressione sistolica alla caviglia deve essere > 50 mmHg. I pazienti con flusso periferico assente o ridotto oppure con TcpO2< a 20-30 mmHg in aria ambiente e TcpO2<150 mmHg a 2,5 ATA trovano indicazione per l’intervento di rivascolarizzazione chirurgica.

 

Oltre all’ossimetro vene utilizzato presso questo Ambulatorio, per lo studio del microcircolo periferico, anche il Flussimetro Laser Doppler che, con i tests di provocazione termico e posturale, consente di valutare la riserva microcirolatoria e quindi l’eventuale presenza di ischemia.

 

Tali esami sono importanti sia ai fini prognostici che a quelli terapeutici per individuare e selezionare quei pazienti (responders) che trarranno sicuro beneficio dalla terapia iperbarica. L’esclusione dei pazienti (non responders) costringe, purtroppo, questi al trattamento chirurgico.

 

La National Committee on Diabetics (USA) ha calcolato che il 5-15% dei diabetici andrà incontro ad amputazione e che oltre il 50% delle amputazioni, non traumatiche, degli arti inferiori vengono effettuate in pazienti diabetici. Da ciò si deduce che è perentorio l’aggiornamento sulla diagnosi, gli sviluppi e le nuove terapie della malattia diabetica e le sue complicanze in modo da prevenire la disabilità cui, sarebbe auspicabile, non si arrivasse mai. L’interesse per l’OTI è accresciuto, peraltro, nella consapevolezza che trattasi di una terapia con limitatissime controindicazioni e che in mani esperte, a fronte di eventuali effetti positivi, non provoca danni nella maniera più assoluta.

 

A conclusione di quanto detto non c’è di meglio che terminare con le parole di James: “pochi farmaci sono così efficaci e così innocui come l’Ossigeno“. L’ambulatorio di Ossigeno Terapia Iperbarca Nike srl , immerso in una tranquilla pineta, è situato alle porte di Lecce sulla strada provinciale per Arnesano, al numero civico

 

Le due camere iperbariche a disposizione del Centro NIKE sono pluriposto, con possibilità di ospitare contemporaneamente un numero complessivo di 19 pazienti. Le camere sono state costruite e istallate in modo da permettere un facile ingresso anche a pazienti portatori di handicap, carrozzine o barelle.

 

I collegamenti audiovisivi con la sala di manovra e controllo avvengono mediante un sistema interfonico e telecamere a circuito chiuso.

 

Sono adottati opportuni criteri di sicurezza che impongono, tra l’altro, la verifica dell’abbigliamento, degli oggetti personali, il controllo delle percentuali di O2 nelle camere iperbariche e la presenza di sistemi antincendio automatici.

 

Il controllo e l’attivazione di tutte le camere iperbariche vengono effettuati da personale tecnico specializzato operante ad un quadro di controllo e manovra, dotato di strumenti molto sofisticati in grado di rilevare la pressione di esercizio, la temperatura, l’umidità interna, la concentrazione di Ossigeno presente nell’ambiente iperbarico e i tempi di terapia.

 

Il medico di turno svolge compiti di assistenza ai pazienti e di controllo della sicurezza in camera iperbarica.

 

Aggiungi un commento